Home > La ricerca e le malattie curate > Creata tiroide a partire da cellule staminali

Creata tiroide a partire da cellule staminali

15 dicembre 2012

Situata nel collo, la tiroide è una ghiandola endocrina: ciò significa che la sua funzione principale è produrre ormoni.
Un’attività tutt’altro che secondaria: gli ormoni tiroidei regolano il corretto funzionamento del metabolismo, tant’é che eventuali disfunzioni della tiroide possono andarne a modificare i ritmi naturali.
In caso di ipotiroidismo, ad esempio, la tiroide produce una quantità di ormoni tiroidei inferiore ai valori ritenuti normali, con conseguente rallentamento del metabolismo del paziente in questione.
Al momento, la terapia disponibile per ripristinare il corretto funzionamento della tiroide consiste nella somministrazione di ormone tiroideo, quel tanto che basta per azzerare il deficit del paziente; ma una terapia alternativa potrebbe arrivare dal Belgio e verrà resa possibile grazie alle cellule staminali.
Per ora sperimentato solo su topi, lo studio di Sabine Costagliola (Università di Bruxelles) e del suo team di ricercatori ha portato a risultati sorprendenti: partendo da cellule staminali embrionali, prelevate ed immerse in un cocktail dove erano presenti anche due fattori di trascrizione (NKX2-1 e PAX8), in meno di una settimana queste hanno dato origine alle classiche cellule follicolari della tiroide. Aggiunta successivamente la tireotropina (proprio l’ormone che regola la produzione degli ormoni), le staminali si sono trasformate in veri e propri tessuti tiroidei che, una volta trapiantati su topi affetti da ipotiroidismo, hanno ripristinato in breve tempo la corretta produzione di ormoni permettendo la guarigione dei topi.
Una vera e propria tiroide creata in laboratorio grazie alla ricerca sulle staminali che, si spera, possa trovare applicazione anche per gli uomini.

La ricerca e le malattie curate

I commenti sono chiusi.