Home > La ricerca e le malattie curate > Sangue cordonale per uso autologo

Sangue cordonale per uso autologo

26 settembre 2013

Il sangue cordonale è ricco di cellule staminali le uniche che insieme a quelle presenti all’interno del midollo osseo possono trovare un’applicazione terapeutica.  Le staminali del cordone presentano molti aspetti che le rendono congeniali all’uso terapeutico.  Fra questi vanno citati: nessun rischio per il donatore al momento del prelievo delle cellule, il campione può essere conservato con facilità e preso con altrettanta facilità al momento del bisogno e basso rischio di infezioni da parte di virus latenti.  Inoltre le staminali hanno come caratteristica rilevante la plasticità che rende le cellule staminali capaci di rigenerare tessuti di più tipi al punto che le staminali cordonali trovano impiego sia in presenza di malattie del sangue che in presenza di lesioni nell’organismo. Le cellule staminali possono essere conservate sia in banche pubbliche che in banche private a tal proposito vi segnaliamo questa pagina dove leggere i pro e contro della conservazione privata delle cellule staminali .

La ricerca e le malattie curate

I commenti sono chiusi.