Archivio

Archivio per la categoria ‘Tipi di cellule staminali’

Applicazioni terapeutiche delle cellule staminali

18 luglio 2013
Commenti disabilitati
Abbiamo più volte spiegato l’importanza delle cellule staminali e visto nei dettagli le sperimentazioni e le ricerche eseguite sulle cellule staminali. Ma ecco nel dettaglio  alcune delle patologie per la cura delle quali si fa uso del trapianto di cellule staminali emopoietiche di sangue cordonale:
Tumori: Leucemia Acuta Linfoblastica (LAL), Leucemia Acuta Mieloide (LAM), Linfoma di Burkitt, Leucemia Mieloide Cronica (LMC), Leucemia Mieloide Cronica Giovanile (JCML), Leucemia Mielomonocitica Cronica Giovanile (JMML), Liposarcoma, Sindromi Mielodisplastiche (MDS), Leucemia Mielomonocitica Cronica (CMML), Neuroblastoma, Linfoma Non-Hodgkin, Linfoma di Hodgkin;
Malattie non tumorali da insufficiente funzionalità midollare: Anemia Aplastica Severa, Anemia di Blackfan-Diamond, Discheratosi Congenita, Anemia di Fanconi, Trombocitopenia Amegacariocitica, Sindrome di Kostmann.

La ricerca e le malattie curate, Tipi di cellule staminali

Cellule staminali ricavate dal grasso

7 giugno 2013
Commenti disabilitati

Nel corso degli anni, la ricerca ha individuato diverse fonti di cellule staminali: liquido amniotico e il midollo osseo sono tra le più conosciute; senza dimenticare le cellule staminali cordonali, contenute nel sangue del cordone ombelicale.
Anche il grasso è ricco di cellule staminali, prelevabili mediante l’operazione di liposuzione; un team di ricercatori dell’Università della California-Ucla (Los Angeles) ha però fatto una scoperta straordinaria: ha individuato staminali dette “Muse-At”.
Che cosa sono?
Cellule staminali pluripotenti – in grado di trasformarsi in una molteplicità di tessuti, dai muscoli alle ossa per intenderci – capaci di sopravvivere a situazioni di elevato stress, anzi in grado di attivarsi in queste specifiche condizioni. Delle cellule con una marcia in più che, grazie alle sperimentazioni in atto, si spera possano rivelarsi utili per curare altre patologie dell’uomo.

Tipi di cellule staminali

Nuove cellule staminali ottenute dalla pelle umana

16 maggio 2013
Commenti disabilitati

E’ stato reso noto da poco lo studio pubblicato sulla rivista “Cell” condotto dalla Oregon Health and Science University (Ohsu) e dal centro di ricerca sui primati dell’Oregon (Onprc). Lo studio per mezzo della medesima tecnica impiegata negli anni novanta per clonare la pecora Dolly, è riuscito a ottenere cellule staminali embrionali da cellule di pelle umana. Shoukhrat Mitalipov e il suo staff hanno ottenuto staminali bambine indifferenziate come quelle embrionali da cellule prelevate dalla pelle. Le cellule staminali così ottenute potrebbero rivelarsi utili alla cura di patologie che ad oggi risultano incurabili come il parkinson o la sclerosi multipla. «C’è ancora molto lavoro da fare prima di mettere a punto cure sicure ed efficaci basate su questa tecnica», spiega Mitalipov, «ma riteniamo che questo sia un passo significativo verso lo sviluppo di cellule da utilizzare nella futura medicina rigenerativa». Continua quindi la ricerca sulle cellule staminali e sulle loro potenziali applicazioni terapeutiche.

La ricerca e le malattie curate, Tipi di cellule staminali

Cellule staminali totipotenti cosa sono le staminali totipotenti

29 aprile 2013
Commenti disabilitati

Vengono definite cellule staminali le cellule che hanno in primis queste due caratteristiche:

1- hanno una capacità quasi infinita di riprodursi
2- sono capaci di evolversi in svariati tipi cellulari
Abbiamo già detto che ci sono diverse tipologie di staminali sulla base della loro potenza. Le uniche che possono essere definite totipotenti ossia capaci di generare un intero individuo sono quelle prodotte dalle divisioni iniziali della cellula generate dall’unione fra spermatozoo e cellula uovo.  Man a mano che prosegue lo sviluppo embrionale queste cellule totipotenti divengono cellule sempre più differenti e con funzioni specifiche. In alcuni tipi cellulari è possibile che rimangano staminali che non subiranno il processo di determinazione e differenziamento.

Tipi di cellule staminali

Staminali intestino per curare malattie intestinali

5 aprile 2013
Commenti disabilitati

La ricerca sulle cellule staminali è sempre in fermento e non si riposa mai, continuando a fare passi da gigante.
Uno è stato fatto proprio di recente: sono state individuate cellule staminali adulte anche nell’intestino.
La scoperta, fatta da un team di ricercatori dell’università della North Carolina, è ancora una volta di buon auspicio in campo medico: l’isolamento di queste staminali è ancora alle prime battute, ma presto verrà avviata la sperimentazione per testerne l’eventuale utilizzo a scopi curativi. Infatti, queste staminali potrebbero diventare la carta vincente nella cura delle malattie intestinali infiammatorie od un sostegno non indifferente per arginare gli effetti collaterali di chemio e radioterapie.

La ricerca e le malattie curate, Tipi di cellule staminali

Ricerca cellule staminali: cellule staminali per le malattie gastrointestinali

26 marzo 2013
Commenti disabilitati

La ricerca medica continua a studiare i molteplici usi e le varie applicazioni terapeutiche che le cellule staminali possono trovare. Recentemente all’interno della rivista “Gut” in seguito a una ricerca dello University college London, sono stati pubblicati i risultati della suddetta ricerca. Questa aveva come obiettivi dimostrare come le cellule staminali dal liquido amniotico possono essere impiegate per riparare l’intestino in caso di danni. Lo studio condotto sui topi, vuole trovare un nuovo modo per curare malattie come l’enterocolite necrotizzante (malattia gastrointestinale comune fra i bambini). I ricercatori hanno iniettato staminali da liquido amniotico a topi malati, mentre ad altri roditori, sempre malati, sono state iniettate cellule prelevate dal midollo osseo. Il risultato è che i primi hanno mostrato un tasso più alto di sopravvivenza.

La ricerca e le malattie curate, Tipi di cellule staminali ,

Cellule staminali contro hiv, le staminali per curare l’hiv

8 marzo 2013
Commenti disabilitati

L’Aids è una malattia tristemente famosa perché più che di una malattia, si tratta di una vera e propria pandemia: il numero di persone che hanno contratto il virus è davvero impressionante e si contano oltre 2 milioni di nuove infezioni l’anno, con picchi in alcuni paesi (come l’Africa) dove l’aids rappresenta a tutti gli effetti un’emergenza.
Come è noto, le cellule staminali sono oggetto di studio e sperimentazione da diversi anni, rappresentando il più delle volte una svolta nella cura di numerose malattie (vedi ad esempio: cellule staminali e cecità) e potrebbero giocare un ruolo attivo anche nella battaglia contro il virus Hiv.
Una percentuale molto bassa di popolazione è difatti immune al temuto virus a causa di una mutazione genetica: un team di ricercatori australiani sta cercando di riprodurre in laboratorio questo gene modificato, partendo proprio dalle cellule staminali.
Si dovrà attendere ancora molto prima che la sperimentazione parta anche sugli esseri umani, ma i propositi sono dei migliori.

La ricerca e le malattie curate, Tipi di cellule staminali

Differenza fra staminali cordone ombelicale e staminali da liquido amniotico

13 febbraio 2013
Commenti disabilitati

Le cellule staminali del cordone ombelicale si differenziano da quelle presenti nel liquido amniotico innanzitutto per la provenienza: le prime sono prelevate dal sangue residuo del cordone reciso nel successivo istantaneo alla nascita del bambino, le seconde sono presenti nel liquido amniotico che circonda il feto durante la gravidanza, queste vengono prelevate per eseguire l’esame di amniocentesi. Entrambe le tipologie di cellule sono attive e capaci di moltiplicarsi più volte e di differenziarsi in molti tessuti presenti nel nostro organismo.  Entrambe le cellule possono essere conservate in azoto liquido, anche se le staminali cordonali devono essere private dei globuli rossi prima di poter procedere con la crioconservazione.

Donazione cellule staminali, Tipi di cellule staminali

Staminali indotte, cosa sono le cellule staminali pluripotenti indotte

25 gennaio 2013
Commenti disabilitati

Parlando di cellule staminali si va incontro ad un argomento molto corposo e per certi versi complesso.
Molti studi sono tuttora in corso su questa tematica, ma quelli svolti fino a questo punto ci hanno già rivelato alcune interessanti e straordinarie caratteristiche di queste cellule “primitive”. Innanzitutto, non ne esiste un’unica tipologia: i tipi di cellule staminali in base alla potenza - ovvero la capacità di differenziarsi in cellule più specifiche – si suddividono in ben 5 gruppi; anche le fonti di queste preziose cellule sono molteplici (sangue del cordone ombelicale, liquido amniotico, midollo osseo…). La ricerca si è spinta così avanti da essere riuscita persino a creare delle staminali “artificiali”: le cosiddette iPS, cellule staminali pluripotenti indotte.
Come si può intuire dal nome, la pluripotenza è stata indotta artificialmente in cellule in origine non-pluripotenti, mediante l’introduzione di geni che vanno a riprogrammare la cellula fino a riportarla allo stadio di staminale. La scoperta è recente (2006, ad opera del team degli scienziati Takahashi e Yamanaka dell’Università di Kyoto), ma lascia intravedere nuovi risvolti per l’applicazione delle staminali per la cura di diverse patologie.

La ricerca e le malattie curate, Tipi di cellule staminali

Protocollo per congelare le cellule staminali

10 gennaio 2013
Commenti disabilitati

Il congelamento delle cellule staminali è un processo delicato che deve essere eseguito in maniera scrupolosa affinché le cellule mantengano inalterate le loro proprietà.  C’è un vero e proprio protocollo da seguire per congelare le cellule staminali, non è un caso che ci siano delle certificazioni rilasciate da specifici enti competenti solo  a determinate strutture e solo dopo aver rispettato determinati criteri: una fra queste è la certificazione fact netcord.  Questo tipo di certificazione viene concessa solo alle banche di crioconservazione che operano rispettando scrupolosamente il protocollo in vigore per l’analisi e lo stoccaggio delle cellule staminali prelevate dal cordone ombelicale.

Donazione cellule staminali, La ricerca e le malattie curate, Tipi di cellule staminali