Archivio

Posts Tagged ‘crioconservazione’

Crioconservazione come funziona il congelamento delle cellule staminali

9 agosto 2012
Commenti disabilitati

La crioconservazione è un processo che consente di conservare le cellule staminali per un periodo superiore ai 20 anni. Ma come funziona esattamente?
Il processo di crioconservazione consiste nell’abbattimento graduale della temperatura, questo abbattimento provoca l’eliminazione dell’energia termica che a sua volta viene causata dal movimento cellulare. Le sostanze si muovono sempre più lentamente fino a fermarsi completamente insieme alle reazioni chimiche. La vita della cellule viene così sospesa. Durante questo periodo di sospensione o meglio di crioconservazione è fondamentale che non si formino cristalli aghiformi all’interno della cellula. E’ questo il motivo per cui è indispensabile attuare tecniche valide e approvate dalla comunità scientifica.  Per la corretta conservazione delle cellule è necessario che le temperature arrivino anche al di sotto dei 170 °C.  Temperature così basse vengono raggiunte attraverso l’impiego dei vapori di azoto liquido: questo raggiunge temperature bassissime e i vapori che si sprigionano sono altrettanto freddi e se mantenuti all’interno di particolari contenitori sono in grado di garantire le temperature ideali per la crioconservazione.

Donazione cellule staminali, La ricerca e le malattie curate, Tipi di cellule staminali ,

Crioconservazione cellule staminali del cordone ombelicale

25 novembre 2010
Commenti disabilitati

La crioconservazione  è processo per il quale le cellule staminali del cordone ombelicale possono essere conservate. Il processo consiste nella conservazione delle cellule a una temperatura di meno 80 gradi, ovviamente all’interno di appositi container all’interno dei quali la temperatura e le condizioni ambientali vengono costantemente monitorate, dal momento che qualsiasi cambiamento potrebbe alterare i principi delle staminali e renderle vane.  Se vengono eseguiti tutti i procedimenti in maniera corretta le cellule possono essere conservate per un periodo lungo anche 20 – 30 anni e possono rivelarsi un’ottima opportunità per la cura di specifiche malattie.

Donazione cellule staminali

Banche cellule staminali per la crioconservazione

8 luglio 2010
Commenti disabilitati

La crioconservazione è il procedimento che consente la conservazione delle cellule staminali presenti nel cordone ombelicale per un periodo molto lungo, che può arrivare sino a 30 anni. La conservazione autologa, le cellule rimangono a uso esclusivo per tutto il periodo, avviene in banche cellule staminali private. Queste vengono chiamate banche, ma in realtà sono dei laboratori biotecnologici dotati di apparecchiature e attrezzature all’avanguardia in grado di mantenere intatte le capacità delle cellule e di congelarle senza modificarne le caratteristiche. Solitamente le strutture sono certificate dagli enti di competenza, e le apparecchiature sono periodicamente controllati e collaudati per assicurare che il processo di crioconservazione non venga alterato negli anni.

Donazione cellule staminali